domenica 29 maggio 2011

Idee trovate in Rete: riciclare in modo creativo

Ciao a tutte, girovagando su Youtube, ho scoperto un canale sul riciclo dei materiale e mi sono iscritta. Il canale si intitola *'*'* Magiche *idee*'*'*' e la sua creatrice si chiama hippywitch28Hyppi!!!
E' pieno di bellissime idee ... andate a sbirciare!!!!
Ogni tanto vi posterò un filmato che mi ha colpito particolarmente,
quello che seguirà è dedicato ai bambini:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Tanti complimenti a chi ci lavora ....
a presto,
Ombretta

sabato 28 maggio 2011

Idea trovata in Rete: il bigliettino a foglia

Ciao,
quando ho visto il filmato di questo biglietto, ho pensato subito di postarlo!!! Per me è delizioso, elegante e fantastico ....

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Un biglietto fatto con le nostre mani è il regalo più bello che possiamo fare .......... provateci!!!!
Buonanotte, Ombretta

venerdì 27 maggio 2011

Tutorial Chain-Maille: alcune varianti della Maglia a Rosetta

Ciao a tutti,
sempre dal mio canale YouTube, vi posto un tutorial che ho realizzato sulle varianti della maglia a Rosetta.

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Queste varianti offorno delle alternative alla maglia classica,
un salutone
Ombretta

giovedì 26 maggio 2011

Tutorial Chain-Maille: Mezza Maglia Bizantina e idee per creazioni

Ciao a tutti,
stasera vi posto un nuovo tutorial chain-maille: la mezza maglia bizantina.
Il filmato è diviso in due parti, che allego al post.

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

ed il secondo filmato:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Vi ricordo che tutti questi filmati li potrete trovare sul mio canale YouTube
alla prossima,
Ombretta

mercoledì 25 maggio 2011

Idea trovata in Rete: creare una scatolina da un foglio unico

Stasera vi posto un link bellissimo. In questo filmato viene descritto come creare una scatolina da un foglio unico .... a me è piaciuta veramente molto ... e tra i miei pacchetti potrete vederne qualcuna!!!!

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

E' in inglese, ma si capisce molto bene ... se avete qualche dubbio, potete chiedermi come sempre un aiutino!!!
Buona serata,
Ombretta

Tutorial Chain-Maille: maglia Bizantina

Stasera vi parlerò di una delle maglie più belle e spettacolari della Chain-maille: la maglia Bizantina!

Vi posto il link del filmato che ho inserito sul mio canale Youtube:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Questo intreccio è veramente d'effetto ...
spero vi piaccia
Ombretta

martedì 24 maggio 2011

Idea trovata in Rete: creare una scatolina a piramide

Ciaooooooooooo,
stasera voglio postarvi un link per creare una scatolina deliziosa!!!
Questa scatolina l'ho realizzata anche io per un regalino con dentro una mia creazione.

La scatolina è a forma di piramide e si costruisce con la tecnica degli origami!

Sappiate che potete sbizzarrirvi con le misura utilizzando quadrati di carta di dimensioni diverse!!!
Infatti, le pieghe da fare sono sempre le stesse .... vi lascio al filmato:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

A me è piaciuta moltissimo come idea, veramente carina ....

Tutorial Chain-Maille: maglia a grappolo e idee per creazioni

Di nuovo, vi posto un tutorial di Chain-Maille della cosidetta maglia a grappolo. Ho scoperto che gli americani la chiamano anche "Shaggy Loops", ma le creazioni che vedremo nel filmato sono una variazione di mia invenzione di questa maglia base.

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Anche questa maglia mi piace molto e credo che piacerà a molti di voi ....
alla prossima,
Ombretta

lunedì 23 maggio 2011

Tutorial Chain-Maille: maglia europea e idee per creare

Stasera vi presento uno dei miei tutorial Chain-maille.
La maglia che andiamo a realizzare è la maglia europea.


 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Spero vi piaccia, come piace a me!!!
A presto,Ombretta

venerdì 20 maggio 2011

Tutorial Chain-maille: maglia a rosetta e idee per creazioni

Ciao a tutti,
vi presento il mio primo tutorial chain-maille: la maglia a rosetta.
Il filmato è diviso in due parti, che allego al post.

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

ed il secondo filmato:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

Spero di farvi cosa gradita,
un saluto,
Ombretta

giovedì 19 maggio 2011

I miei Tutorial: dal mio canale YouTube al blog della Creativa Impertinente

Ciao a tutti,
come già sapete, in questo periodo ho intrapreso una nuova iniziativa. Si tratta del mio canale YouTube, dove inserisco filmati riguardanti Tutorial, Recensioni e tante altre cose che riguardano la creatività! Il canale si intitola "HobbyeCreazioni" ed il mio nome utente è hombre210772.
Per diverso tempo, ho pensato di mantenere le due iniziative separate, poi, invece, ho realizzato che le due iniziative potevano essere fuse rimandando gli utenti interessati all'una o all'altra. Credo sia il modo migliore di passare a tutti ciò che conosco, le mie esperienze e quanto ho studiato.
Inoltre, il blog con apposite sezioni avrà anche la funzione di ordinare tutti i miei filmati per argomenti. Infatti, sul canale i filmati cominciano ad essere un numero cospicuo e presto, nonostante le playlist, non sarà semplice ritrovare un filmato a colpo d'occhio.
Nel blog, invece, avrete la possibilità di accedervi per argomenti.
Per ora è tutto,
un saluto
Ombretta

mercoledì 18 maggio 2011

La tecnica Chain-Maille: le famiglie di intrecci

Esistono diverse famiglie di intrecci Chain-Maille.
La prima è la cosidetta Europea: queste tipologie di intreccio sono le più semplici da realizzare ed anche le più note. Sono composte per lo più da linee di anellini che si dispongono tutti nella stessa direzione e che si alternano a linee che vanno nella direzione opposta. Queste tipologie di maglie sono state inventate dai Celti e vennero adottate anche dai romani, visti i loro contatti con il popolo dei Celti.

La famiglia di intrecci giapponesi, invece, non è così nota come quella Europea. Gli schemi di questa famiglia, creano maglie con motivi geometrici, ponendo una accanto all'altro gli anellini di un tipo e poi collegandoli tra loro con altro tipo di anellino. In questo modo, generano delle vere e proprie maglie ripetitive che vanno a formare il pattern finale.
In Italia, diversi esempi di realizzazioni con gli schemi Giapponesi si sono trovati nelle realizzazioni etrusche.

La terza famiglia di maglie è la persiana. Di questa famiglia fanno parte tutte (o quasi) le realizzazioni tubolari, più complicate e sicuramente di grande effetto. Di questa famiglia non so darvi indicazioni storiche.

La maglia bizantina, che è una maglia di effetto molto apprezzata, fa parte della famiglia Europea (anche se si potrebbe pensare appartenere alla famiglia persiana).

Inoltre, aggiungo una famiglia che possiamo definire come "Mix di Altre Varietà" dove possiamo inserire le maglia a spirale, le maglie del genere orbitale e le maglie ibride. Ed, inoltre, possiamo inserire in questa famiglia anche quelle creazioni extra, come per esempio cubi, stelle, fiori, pallocche, che sono utilizzabili come ciondoli di collane, bracciali o orecchini.

Spero sia stato un escursus interessante,
a presto
Ombretta

martedì 17 maggio 2011

La Tecnica Chain-Maille: da dove nasce

Vi dirò solo due paroline sulla storia della chain-maille ... credo sia giusto conoscere le sue origini!

La nascita della Chain-maille risale al Medioevo, quando si realizzavano anellini e, con questi, si lavoravano le maglie da indossare sotto le armature. Il materiale degli anellini era, per lo più, il ferro.

Ovviamente, negli ultimi anni, questa tecnica si è raffinata ed è stata utilizzata per la creazione di gioielli.

Pur rimanendo la tecnica sempre la stessa, sicuramente cambiano i materiali, si va dal rame all'alluminio e perfino, all'argento e all'oro.

In più, cominciano a comparire anche anellini di diverse finiture, mirati sempre di più alla creazione di gioielli eleganti e molto particolari.
Gioielli composti non solo da anellini, ma anche da pietre incastonate proprio per mezzo degli anellini.
Tutto questo, oggi, ci risulta possibile, grazie ad anellini di diametri differenti ed anche di diversi spessori!

Alla prossima

lunedì 16 maggio 2011

La Tecnica Chain-maille: come aprire gli anellini

Ciao a tutti,
oggi vi parlo della tecnica di apertura degli anellini .... ebbene si .... non sono solo anellini .... e soprattutto bisogna aprirli con una certa tecnica... altrimenti finiremmo per deformarli !!
Vi spiego la tecnica a parole e poi vi posto un filmato.
Prendete le due pinze con entrambe le mani, poi con una prendete l'anellino in modo tale che l'apertura dello stesso capiti al centro dell'anello e verso l'alto. Sostenete con una pinza un lato dell'anellino e con l'altra pinza afferrate l'altro lato e ruotatelo in modo da aprirlo. Molto importante è mantenere il primo polso fermo e fare compiere la rotazione necessaria per l'apertura solamente al secondo!
Avrei potuto fare un filmato, ma ne esiste già uno, realizzato da una nostra amica creativa americana, dove viene spiegato molto bene cosa fare e cosa non fare per l'apertura degli anellini.
Ve lo posto qui di seguito:

 
Elemento multimediale non supportato dal browser
 
   

se avete qualche problema potete sempre chiedermi altre spiegazioni ....
a presto
Ombretta

martedì 10 maggio 2011

La tecnica Chain-maille: cominciamo dagli anellini

Stasera voglio parlarvi degli anellini da chain-maille ... può sembrare superfluo .. qualcuno di voi potrebbe pensare che tutto sommato solo sono anellini, ma non è così ...

Da Blog - La Creativa Impertinente

Innanzittutto in un anello da chain-maille, la tenerezza del materiale è molto importante! Questa caratteristica è ottimale quando si riesce ad aprire e chiudere l'anellino con le mani.
Le catene che solitamente utilizzo sono composte da anellini apribili realizzati in alluminio in diverse finiture e colori.
Per prima cosa, essendo catene di alluminio, sono nickel free e questa è una caratteristica importante soprattutto per le molte persone che non tollerano la bigiotteria contenente nickel.

Da Blog - La Creativa Impertinente

Inoltre, sono componenti duraturi proprio per i trattamenti a cui vengono sottoposti. Ovviamente, occorre sempre essere attenti a non vaporizzare profumi e alcool e, comunque, come per ogni bijoux, è necessario fare attenzione ai vari fattori che potrebbero rovinarli.

Molto importante per la realizzazione delle maglie chain-maille è la dimensione dell'anello, spesso sentiamo parlare di diametro! Ma ancora più importante è il rapporto tra il diametro e lo spessore dell'anellino ....
nei negozi online troviamo l'indicazione del diametro esterno, del diametro interno e dello spessore! Sono tutte indicazioni utilissime, ed è necessario chiedere ulteriori dettagli se non vengono fornite tali caratteristiche che sono essenziali.
Mantenendo anellini con lo stesso diametro, e facendo variare lo spessore, vedremo che alcune maglie riescono alla perfezione utilizzando uno spessore e risultano invece troppo compatte con uno spessore maggiore, anche di poco (talmente compatte da non poter procedere con la realizzazione!).
A parte le dimensioni degli anellini, questi si distinguono anche per le finiture: lisci, zigrinati, torchon, diamantati o satinati, lucici o opachi ... ce ne è veramente una grande scelta .... e poi oramai abbiamo a disposizione anche moltissimi colori: dal blu al turchese, dal verde scuro al verde chiaro, dal rosa al fucsia, dal lilla al viola, dal bronzo al canna di fucile oltre ai colori classici oro, argento e rame.
Tornando alla tenerezza degli anelli, in diverse occasioni ho utilizzato come anelli di raccordo quelli di alcune catene rolò che avevo disponibili, e questi ultimi non sono certo teneri. L'unico modo per aprirli e non rovinarli è stato quello di utilizzare le pinze con la punta di plastica (quelle che solitamente vengono utilizzate per le lavorazioni Wire). Oltre a queste occasioni, utilizzo la pinza di plastica anche quando ho degli anellini lisci e colorati. Infatti, il colore è quello che si può rovinare più facilmente durante l'apertura dell'anellino con le normali pinze!
Vi ho detto molto sugli anellini. Sicuramente più avanti, magari durante i miei tutorial, troverete altre indicazioni sui nostri amici anellini.
Per ultimo, lasciatemi dire che in Italia ancora non conosciamo tutti gli anellini che invece in America sono all'ordine del giorno. Parlo dei cosidetti anellini americani che già qualche nostro negozio vende, ma che ancora non ricopre tutte le possibilità esistenti!!!!
Tanto per informazione, sicuramente già lo saprete, i nostri anellini per chain-maille vengono chiamati "chainmaille jump rings".
Alla prossima,
Ombretta

lunedì 9 maggio 2011

La tecnica Chain-maille: come iniziare e quali attrezzi utilizzare

Come abbiamo già detto, la tecnica Chain-maille è la tecnica che ci permette di ottenere dei gioielli molto originali dall'intreccio degli anellini. Voglio, innanzittutto, soffermarmi sugli attrezzi da utilizzare per le creazioni in Chain-maille.

Da Blog - La Creativa Impertinente

Principalmente ci occorrono delle pinze a punta piatta. Io ne utilizzo di tre tipi diversi: una pinza a punta piatta fine, una a punta piatta fine curva

Da Blog - La Creativa Impertinente

ed una a punta piatta larga in plastica. Quest'ultima, altro non è che la pinza utilizzata per le lavorazioni wire.

Da Blog - La Creativa Impertinente

Le pinze servono per aprire gli anellini e, a seconda delle maglie, per sostenere le lavorazioni. Se abbiamo scelto anellini da chain-maille di qualità potremo anche aprirli con le mani e richiuderli allo stesso modo. Ma dobbiamo ricordare che, dopo un pò di volte, le dita ci faranno sicuramente male o si gonfieranno un pochino.
Altra cosa da non sottovalutare quando si lavora in chain-maille, è il piano di lavoro che ci servirà per realizzare con ordine le nostre creazioni. Quindi, mi raccomando, ritagliatevi uno spazio vuoto, dove sistemerete in ordine gli anellini aperti o chiusi, suddivisi per colore, per tipologia e per dimensione. Ed ancora, lasciatevi uno spazio per appoggiare la lavorazione quando entrambe le mani ci serviranno per l'inserimento degli anellini e la realizzazione degli intrecci.
Una cosa ancora ... munitevi di laccetti di fil di ferro, tipo quelli delle bustine per congelare o conservare ... infatti, alcune lavorazioni necessitano di un fermo proprio nel punto di partenza della maglia che si sta realizzando ....

Da Blog - La Creativa Impertinente

alcuni intrecci presentano difficoltà nella fase iniziale e nell'inserimento dei primi 10 anellini ed in questo modo si riesce a visualizzare perfettamente l'intreccio lavorando con molto ordine e precisione!
Devo ancora parlarvi degli anellini, ma lo faremo nel prossimo post .....
A presto,
Ombretta
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...